Lavori in casa: l’elenco dei 58 interventi realizzabili senza permessi

Immagine di anteprima per: Lavori in casa: l’elenco dei 58 interventi realizzabili senza permessi

L’hanno chiamata ‘Edilizia libera’ e in effetti si tratta di una vera e propria liberalizzazione per ben 58 tipologie di lavori in casa, che potranno essere effettuati senza dover presentare preventivamente comunicazioni o progetti tecnici ai Comuni. Dalla sostituzione degli infissi al rinnovamento della pavimentazione, dalla tinteggiatura all’installazione di una pompa di calore o al rinnovamento dell’impianto igienico, per quasi sessanta opere si potrà procedere senza alcun impedimento e, soprattutto, senza doverne dare preavviso.
È infatti stato approvato in Conferenza unificata dai ministeri Infrastrutture-Semplificazione di concerto con la Pubblica Amministrazione – e sarà immediatamente attuabile con l’imminente pubblicazione in Gazzetta ufficiale – il prezioso Glossario che contiene un elenco esemplificativo di quegli interventi edilizi che non incidono sulla pianta degli appartamenti e che finalmente ogni privato potrà realizzare senza dover inviare all’amministrazione di riferimento la comunicazione di inizio lavori (Cil), la comunicazione di inizio lavori asseverata (Cila) o la segnalazione certificata di inizio attività (Scia). 

L’azione legislativa ha il pregio di elencare dettagliatamente gli interventi liberalizzati, di fare chiarezza su alcuni casi limite oggetto di frequenti contestazioni tra privati ed enti locali e soprattutto di semplificare o meglio annullare le procedure: un alleggerimento burocratico che, abbinato ai diversi bonus casa (riassunti in questo articolo), fa sì che sia sempre più semplice realizzare il desiderio di rinnovare e apportare migliorie alla nostra abitazione. Deciso il lavoro da fare, non servirà verificare, prima di cominciare, cosa prevede la normativa comunale: ora basterà consultare il Glossario
A questo link troverete la lista delle 58 opere – l’elenco è «non esaustivo», pertanto è già prevista la possibilità di ampliamento – che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo. Tra le principali, segnaliamo, a titolo di esempio, le opere di riparazione, sostituzione o rinnovamento della pavimentazione interna o esterna; il rifacimento, la riparazione e la tinteggiatura dell’intonaco interno o esterno; la riparazione, sostituzione o rinnovamento delle opere di lattoneria come grondaie, tubi e pluviali e dell’impianto di scarico; oppure degli elementi di rifinitura delle scale, o ancora dei serramenti e infissi interni e esterni. Sono compresi anche gli interventi sui controsoffitti, sui comignoli e sugli impianti: da quello igienico idrosanitario a quello di climatizzazione. Non sarà necessario dare comunicazione preventiva nemmeno nel caso in cui volessimo installare un impianto solare, fotovoltaico e generatore microeolico se il nostro immobile si trova al di fuori del centro storico.

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...