Cinema ‘di condominio’

Immagine di anteprima per: Cinema ‘di condominio’

Natale, per molti italiani, vuol dire cinema. Cinema da andare a vedere, con amici e parenti, nelle sale; ma anche e soprattutto cinema da gustare in televisione, tra un pranzo e una cena, spaparanzati sul divano. Magari gustando vecchi film e grandi classici, che durante l’anno non sogneremmo mai di rivedere. Invece a Natale ci stanno anche quelli.

Visto che siamo nel bel mezzo delle feste, abbiamo pensato di proporvi, invece di un articolo tradizionale, una proposta di spezzoni cinematografici dedicati al condominio, argomento cui noi di Fazland teniamo molto. E nel costruire questa cine-gallery, ci siamo accorti che di ‘omaggi’ alle assemblee condominiali o alla figura dell’amministratore di condominio, nella letteratura cinematografica ce ne sono davvero molti, tanto che abbiamo dovuto fare una accurata selezione mirata però ad accontentare un po’ tutti, gli amanti della commedia così come i cultori del drammatico o gli appassionati del cinema d’essay. Sperando così di dare qualche buon suggerimento a chi ancora non ha organizzato il proprio personale palinsesto natalizio.

Partiamo da un must del cinema italiano: Fantozzi. Penso che siano pochi coloro che non ricordano una delle scene più esilaranti e iconiche del personaggio creato da Paolo Villaggio. Siamo nel 1983, il film è Fantozzi subisce ancora, e questa è la temutissima riunione condominiale bimestrale che stavolta si svolge a casa dell’ingegnere:

Meno successo invece ha avuto un film di Carlo Vanzina del 1988: Le finte bionde. Ma questa scena val la pena di rivederla: il giovanissimo Sergio Vastano e una stucchevole Cinzia Leoni animano un’assemblea che seppur pariolina e aristocratica, è pur sempre condominiale, con tutto ciò che comporta:

Restando nell’ambito del cinema italiano, non possiamo non ricordare un altro grande autore-attore che non ha saputo resistere alla tentazione di inscenare una grandiosa riunione di condominio. Si tratta di Roberto Benigni e questa è la sua versione di assemblea, tratta da Il mostro del 1994. Il finale è un bel «Vaff….. alla maggioranza!»

Citiamo ancora un’ultima chicca del cinema italiano, stavolta documentaristico: L’amministratore di Vincenzo Marra (2013) racconta la quotidianità di Umberto Montella, responsabile di numerosi condomini di Napoli, alle prese con i piccoli e grandi problemi dell’Italia di questi giorni. Vi proponiamo il teaser:

Veniamo al cinema francese: Riunione di condominio è il titolo di un film del 2001 con la regia di Rémi Waterhouse, una commedia di caratteri che vede protagonisti i condomini dello stabile al numero 29 di Rue des Oursins. L’amministratore, Jean-Lous, è un uomo senza scrupoli.
In questa scena la splendida Irène Jacob invita il portinaio a partecipare un pranzo con tutti gli inquilini dell’immobile per rinsaldare i legami tra gli abitanti della casa:

Chiudiamo con una pellicola più recente: Il condominio dei cuori infranti (il titolo originale sarebbe Asplhalte), film sceneggiato e diretto da Samuel Benchetrit, presentato al Festival di Cannes nel 2015 nella sezione Séance spéciale e uscito nelle sale italiane nel 2016. Con un cast spettacolare che affianca, tra gli altri, Isabelle Huppert, Valeria Bruni Tedeschi e Michael Carmen Pitt, la pellicola è davvero un gioiellino della cinematografia condominiale:

 

Lascia il tuo commento
Con Fazland puoi ricevere fino a 5 preventivi gratis
x
Potrebbero interessarti anche...